Risultati della ricerca per: Angelo Pignatelli

Angelo Pignatelli

Avv. Angelo Pignatelli

Avv. Angelo Pignatelli

Studio Legale PIGNATELLI & PARTNERS

Indirizzo
Tel./Fax
> Via A. De Gasperi n. 1 – 80030  Roccarainola (NA)   – Italy
Tel./Fax:  081.5118554 
> Via Luca Giordano n. 23 – 80127 NAPOLI (Loc. Vomero)  – Italy
Tel./Fax 081.5569344  
> Via Sebastiano Veniero n.8, Sc. C, 1° p. , Int. 2  ROMA – Italy
Tel./Fax: 06.454227367
Cell.
3383217434
 Email  pignatelli-marotta@libero.it
 Collabora con :
la rivista  Gazzetta Forense ”  –  Giapeto Editore Srl, Napoli 
la rivista Impegno Forense ” dell’Ordine degli Avvocati di Nola
Ha pubblicato su :  www.altalex.com – www.filodiritto.com – www.overlex.com – www.dirittoeprogetti.it –  Guida al diritto, Il Merito (Il Sole 24 Ore)
  .
.
.

Misura coercitiva, perdita di efficacia per fini estradizionali

CORTE DI CASSAZIONE, Sezioni Unite Penali, sentenza  del 17 febbraio 2012  – – Misura coercitiva  – perdita di efficacia per fini estradizionali

Sospensione della pena, condanna inferiore a quattro anni

TRIBUNALE NOLA, ordinanza del 16 novembre 2017 – – – Esecuzione penale: sospensione della pena – condanna inferiore a quattro anni // Perseguimento da parte delle norme della finalità di ridurre in forme controllate la popolazione carceraria e di evitare l’ingresso negli istituti penitenziari di soggetti che possano usufruire di misure alternative, autorizza un’interpretazione adeguatrice dell’art. 656 c.p.p e consente di mantenere il parallelismo con i più ampi limiti di pena previsti dal richiamato art. 47, comma 3 bis ord. pen.

Guida in stato di alterazione psicofisica, sostanze stupefacenti

TRIBUNALE NOLA, sentenza del 26 settembre 2017 – – – Circolazione stradale: guida in stato di alterazione psicofisica – assunzione di sostanze stupefacenti // Occorre provare che l’agente abbia guidato nello stato di alterazione causato da assunzione di sostanze stupefacenti

Omicidio colposo: nesso di causalità – causalità omissiva

TRIBUNALE NOLA, sentenza del 7 novembre 2017 – – –  Omicidio colposo: nesso di causalità – causalità omissiva  //  Ai fini della sussistenza del nesso di causalità tra la condotta e l’evento mortale, in primis, occorre accertare che, ipotizzandosi come realizzata la condotta doverosa, idonea e possibile, impeditiva dell’evento, questo non si sarebbe verificato o si sarebbe verificato in epoca significativamente posteriore o con minore intensità lesiva; in secondo luogo, il giudice deve …

Atto arbitrario del pubblico ufficiale, causa di giustificazione

Corte Appello Napoli, Sez.VI, sentenza del 4 ottobre 2017 – – – Causa di giustificazione: atto arbitrario del pubblico ufficiale

Omesso versamento per mantenimento figli minori

Tribunale Nola, sentenza del 17 ottobre 2017 – – – mantenimento figli minori

Esercizio abusivo di professione

Tribunale Nola, sentenza 27 ottobre 2017 – – – L’esercizio abusivo di una professione rientra nella categoria dei reati dei privati contro la pubblica amministrazione

Truffa dello specchietto retrovisore, estorsione, simulazione sinistro

Tribunale di Nocera Inferiore, ordinanza GIP del 9 marzo 2018 – – – Sinistro stradale simulato per chiedere somma di denaro – truffa dello specchietto retrovisore – tentata estorsione – escalation criminale – progressione criminosa

Falsa testimonianza, causa di non punibilità

Tribunale di Napoli, sentenza 17 ottobre 2017 – – – Falsa testimonianza: causa di non punibilità – applicazione – criteri // Il legislatore ha previsto una speciale causa di non punibilità per chi abbia commesso alcuno dei delitti indicati dalla norma (tra i quali rientra l’art. 372 c.p.)

Sentenza predibattimentale d’appello – reato prescritto

Sentenza predibattimentale d’appello – reato prescritto: prevalenza della causa estintiva sulla dichiarazione di nullità. Cass. Sezioni Unite (ud. 27.04.2017) dep. 09.06.2017 n. 28954

Motivazione della sentenza di secondo grado

Corte Appello Napoli, Sez. VI, sentenza del 13 febbraio 2017 – – – Sentenza: motivazione della sentenza di secondo grado – redazione – criterio. (art. 605 cpp)

Furto con destrezza, temporanea distrazione della persona offesa

Corte di Cassazione,  Sezioni Unite sentenza del  12 luglio 2017 – – – Furto con destrezza – situazione di temporanea distrazione della persona offesa – circostanza aggravante – insussistenza

Querela: intervenuta remissione – accettazione tacita

Tribunale Nola, sentenza del 7 giugno 2017 – – – Querela: intervenuta remissione – accettazione tacita – condizioni. (art. 155 c.p.) // La mancata comparizione in udienza del …

Valutazione della prova: dichiarazioni rese dalla parte offesa

Corte Appello Napoli, Sez. VI Penale, sentenza del 13 febbraio 2017 – – – Valutazione della prova: dichiarazioni rese dalla parte offesa, a sua volta denunciata per calunnia – utilizzabilità – criteri e limiti

Ricettazione: elemento costitutivo, tenuità del fatto

Corte Appello Napoli, Sez. VII, sentenza 21 ottobre 2016 – – – Ricettazione – elemento oggettivo – caratteristiche profilo soggettivo – elemento costitutivo e caratteristiche – valore del bene – tenuità del fatto – criteri di individuazione

Prescrizione: data di commissione del reato – onere a carico dell’accusa

Tribunale di Nola, Penale, sentenza  del 30 maggio 2017 – – – Prescrizione: data di commissione del reato – onere a carico dell’accusa // In tema di prescrizione, l’onere di provare con precisione la data di commissione del reato non grava sull’imputato

Depenalizzazioni: statuizioni civili – revoca – condizioni

Tribunale Napoli, sentenza del 16 gennaio 2017 – – – Depenalizzazioni: statuizioni civili – revoca – condizioni // In caso di sentenza di condanna relativa a un reato successivamente abrogato e qualificato come illecito civile, sottoposto a sanzione pecuniaria civile …

Querela, qualificazione giuridica del fatto

Corte Appello Napoli, Sez. VI Penale, sentenza del 13 febbraio 2017 – – – Querela: qualificazione giuridica del fatto ed individuazione esatta dall’autore del reato

Interrogatorio di garanzia, omesso avviso ai difensori di fiducia

Tribunale di Nola, ordinanza del 21 giugno 2017 – – – Interrogatorio di garanzia – omesso avviso ad uno dei due difensori di fiducia. Qualora l’imputato sia assistito da due difensori di fiducia entrambi devono essere posti in grado di esercitare il proprio mandato con pienezza di autonomia e secondo la personale, specifica esperienza professionale

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi