Anomalia motivazionale denunciabile in cassazione

Corte di Cassazione, Sez. 6 Civ., ordinanza del 19 giugno 2019 – – – Sentenza – vizio di motivazione –  ricorso per cassazione – a seguito della riformulazione dell’art. 360, co.1, n.5, è “denunciabile in cassazione solo l’anomalia motivazionale che si tramuta in violazione di legge costituzionalmente rilevante”

giustizia-www-iussit-com

 

 

 

 

 Sentenza – vizio di motivazione – ricorso per cassazione – a seguito della riformulazione dell’art. 360, co.1, n.5, è “denunciabile in cassazione solo l’anomalia motivazionale che si tramuta in violazione di legge costituzionalmente rilevante”

Corte di Cassazione, Sez. 6 Civ., ordinanza n. 16390 del 19 giugno 2019

.

“ a seguito della riformulazione dell’art. 360, co.1, n.5, è   «denunciabile in cassazione solo l’anomalia motivazionale che si tramuta in violazione di legge costituzionalmente rilevante, in quanto attinente all’esistenza della motivazione in sé, purché il vizio risulti dal testo della sentenza impugnata, a prescindere dal confronto con le risultanze processuali. Tale anomalia si esaurisce nella “mancanza assoluta di motivi sotto l’aspetto materiale e, grafico”, nella “motivazione apparente”, nel “contrasto irriducibile tra affermazioni inconciliabili” e nella “motivazione perplessa ed obiettivamente incomprensibile”, esclusa qualunque rilevanza del semplice difetto di “sufficienza” della motivazione» (Cass. Sez. U. 8053/2014);”

.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi