Sezione: Cassazione Penale

E’ inammissibile una sanatoria parziale di un abuso edilizio

Corte di Cassazione, Sez. III, sentenza del 14 giugno 2019 – – – E’ inammissibile una sanatoria parziale di un abuso edilizio /// E’ inammissibile una sanatoria parziale di un abuso edilizio

Abuso d’ufficio al dipendente comunale che non si astiene

Corte di Cassazione, sentenza del 4 aprile 2019 – – – Abuso d’ufficio al dipendente comunale che non si astiene in presenza di un interesse proprio

Disturbo quiete pubblica: reato se i cani abbaiano tutta la notte

Corte di Cassazione Penale , Sez. III, sentenza del 5 marzo 2019 – – – Disturbo della quiete pubblica: scatta il reato se i cani abbaiano tutta la notte

Rumori in condominio, urla, rottura vetri, disturbo riposo persone

Cassazione Penale, Sez. III, sentenza del 1.3.2018 – – – Rumori in condominio, urla, rottura vetri –  Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone (Art. 659 c. p.) – non è necessario che la verifica del superamento della soglia della normale tollerabilità sia effettuato mediante perizia o consulenza tecnica

Avvocati: la lombosciatalgia acuta non basta per non andare in udienza

Corte di Cassazione, Seconda Sezione Penale, sentenza del 21 gennaio 2019 – – – Avvocati: la lombosciatalgia acuta non basta per non andare in udienza

Sostanze stupefacenti, marijuana, hashish. Coltivazione Cannabis Sativa

Sostanze stupefacenti, marijuana, hashish. Coltivazione e commercializzazione della Cannabis Sativa L (o Canapa)

Omesso versamento ritenute certificate, momento consumativo reato

Corte di Cassazione, Sezioni Unite, (ud. 22 marzo 2018) dep. 01.06.2018  – – –  Omesso versamento ritenute dovute o certificate  – presupposti del reato – elementi costitutivi – momento consumativo – Mod. 770 – sostituto di imposta – datore di lavoro

E’ violenza privata parcheggiare auto bloccando accesso a fabbricato

Cassazione Penale, Sez. V, sentenza del 12 settembre 2018 – – – E’ violenza privata parcheggiare l’auto dinanzi ad un fabbricato bloccandone l’accesso

Sentenza predibattimentale d’appello – reato prescritto

Sentenza predibattimentale d’appello – reato prescritto: prevalenza della causa estintiva sulla dichiarazione di nullità. Cass. Sezioni Unite (ud. 27.04.2017) dep. 09.06.2017 n. 28954

Furto con destrezza, temporanea distrazione della persona offesa

Corte di Cassazione,  Sezioni Unite sentenza del  12 luglio 2017 – – – Furto con destrezza – situazione di temporanea distrazione della persona offesa – circostanza aggravante – insussistenza

Sospensione procedimento con messa alla prova e aggravanti

Cassazione, Sez. Un. Pen., sentenza 31.3 – 01.09.2016 – – Sospensione procedimento con messa alla prova e aggravanti. “Se, nella determinazione del limite edittale fissato dall’art. 168 bis, primo comma cod. pen., ai fini dell’applicabilità della disciplina della sospensione del procedimento con messa alla prova, debba tenersi conto delle circostanze aggravanti per le quali la legge prevede una pena di specie diversa da quella ordinaria del reato e di quelle ad effetto speciale”.

Omicidio stradale, può essere esclusa la responsabilità

Cassazione, VI Sez. Penale, sentenza del 24 maggio 2016 – L’utente della strada è responsabile anche del comportamento imprudente altrui, purché rientri nel limite della prevedibilità  // Omicidio stradale (motociclista, in orario notturno, su arteria urbana a 100 – 110 km/h e a fari spenti, investito da autovettura che effettuava svolta a sinistra dopo essersi fermata allo stop) – responsabilità – solo con: puntuale ricostruzione dei fatti e dei luoghi – attenta valutazione di tutte le circostanze – esame della concreta prevedibilità e evitabilità dell’incidente

Fax: dipendente P.A. lo usa per scopi privati, abuso d’ufficio

Cassazione, Sez. VI Penale, sentenza del 30 maggio 2016 – – Se il dipendente pubblico, mentre è in servizio, indebitamente utilizza il fax della Pubblica Amministrazione per scopi estranei al suo servizio ( per favorire attività dei suoi familiari) commette abuso d’ufficio

Spiare una casella mail è reato di accesso abusivo

Riservatezza / Codice penale. L’esistenza di una password testimonia a favore della riservatezza. Spiare una casella mail è reato di accesso abusivo. La posta è parte di un sistema informatico più esteso

Esclusione causa non punibilità nei giudizi innanzi GdP

Cassazione Penale, Sez. V, sentenza n. 13093 del 31 marzo 2016 – – Esclusione della causa di non punibilità ex art. 131 bis cod. pen. nei giudizi innanzi al Giudice di Pace

Falso valutativo, rilevanza penale dopo L. 69/2015

Cassazione, Sezioni Unite – – Falso in bilancio – Falso valutativo, rilevanza penale dopo L. 69/2015 – Sussiste il delitto di false comunicazioni sociali, con riguardo alla esposizione o alla omissione di fatti oggetto di “valutazione”

Demolizione: solo se è spontanea estingue il reato

Cassazione penale, sez. III, sentenza 19/12/2005 n° 3945 – Demolizione: solo se è spontanea estingue il reato. Il nuovo istituto estintivo previsto in caso di demolizione delle opere abusive dall’articolo 181, comma 1quinquies, D.Lgs 42/2004 …

Confisca, diretta e obbligatoria, sentenza prescrizione reato

Corte di Cassazione, Sezioni Unite Penali, sentenza del 21.07.2015 – – Confisca, diretta e obbligatoria, mediante la sentenza che riconosce l’intervenuta prescrizione del reato / Il giudice, nel dichiarare la estinzione del reato per intervenuta prescrizione, può applicare, a norma dell’art. 240, secondo comma, n. 1, cod. pen., la confisca del prezzo del reato e, a norma dell’art. 322-ter cod. pen., la confisca del prezzo o del profitto del reato

Amministratore, responsabilità per omessa rimozione pericolo

Cassazione, Sez. IV Penale, sentenza del 23 novembre 2015 – – Amministratore di condominio – caduta di parti del rivestimento della facciata dello stabile – danni a terzi – posizione di garanzia (dell’amministratore) ex art. 40, co. 2, cod. pen. – obbligo attivarsi per rimuovere situazioni di pericolo per l’incolumità di terzi – omissione intervento – responsabilità penale – sussiste

Abuso edilizio. L’ordine di demolizione non si prescrive

Cassazione. La rimozione dell’abuso edilizio è una sanzione amministrativa che ha scopo di tutelare il territorio

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi