zv7qrnb
Compiuta giacenza, effetti giuridici, rilevanza processuale, Fisco - Iussit.com | Iussit.com

Compiuta giacenza, effetti giuridici, rilevanza processuale, Fisco

COMMISSIONE TRIBUTARIA REGIONALE FIRENZE, sentenza del 17 ottobre 2011
L’ipotesi di mancato ricevimento non può, ad avviso del Collegio, rinvenirsi nella compiuta giacenza che invece è situazione, anche di rilevanza processuale, in grado di produrre effetti giuridici nella sfera del destinatario (qui, il contribuente)

.
Fisco
 
    ACCERTAMENTO - INVITO A COMPARIRE    
 
NOTIFICAZIONE
Compiuta giacenza
Effetti giuridici – Rilevanza processuale
 
[Commissione Tributaria Regionale Firenze,
sentenza N. 69 del 17 ottobre 2011]
 
 
“Motivi della decisione
Premesso che la ammissione alla procedura di accertamento per adesione gode di presunzione assoluta ed il mancato ricevimento da parte del contribuente dell’invito a comparire produce effetti pregiudizievoli al suo diritto soggettivo ad avvalersi della procedura in questione (cfr. anche Cass. 18787/2006), va, ai fini di specie, valutato se l’ipotesi di mancato ricevimento dell’invito in questione possa o meno rinvenirsi nella compiuta giacenza della raccomandata inviata dall’Ufficio ai ridetti fini.
L’ipotesi di mancato ricevimento non può, ad avviso del Collegio, rinvenirsi nella compiuta giacenza che invece è situazione, anche di rilevanza processuale, in grado di produrre effetti giuridici nella sfera del destinatario (qui, il contribuente).
Infatti, a tanto concedere alle argomentazioni della parte privata circa la natura amministrativa dell’invito a comparire (con ogni conseguenza in punto di notifica), va osservato come, a seguito della sentenza resa dalla Corte Cost. 3/2010, dichiarativa della illegittimità costituzionale dell’art. 140 c.p.c., la notifica effettuata ai sensi di tale disposizione si perfeziona, per il destinatario, o col ricevimento della raccomandata informativa della giacenza, se anteriore al suo maturarsi, ovvero, in caso contrario, col decorso del termine di giorni dieci dalla spedizione (cfr. anche Cass. 4748/2011 – Cass. 7809/2010) di modo che la compiuta giacenza non può aver supplenza del mancato ricevimento, ma deve, al contrario, considerarsi circostanza in positivo ai fini della regolare notifica nelle ridette ipotesi.”
 

 
Documenti correlati, CERCA nel sito:
 

 

 

You can leave a response, or trackback from your own site.