Il gioco delle tre carte o dei tre campanelli non è una truffa

Cassazione, Sez. II Penale, sentenza del del 27 novembre 2019 – – – Il gioco delle tre carte o dei tre campanelli non è una truffa

giustizia-www-iussit-com

Il gioco delle tre carte o dei tre campanelli non è una truffa

Abilità e destrezza non bastano a far scattare il reato. I principi sanciti dalla Suprema Corte.

 

Il “giuoco dei tre campanelli – e quelli similari delle tre tavolette o delle tre carte – di per sé non concretano il reato di truffa posto che la condotta di chi dirige il giuoco non realizza alcun artificio o raggiro, bensì “una realtà” ed una regolare continuità di movimenti, che, per essere l’effetto della estrema abilità di chi dirige il giuoco, inducono, da ultimo, il giocatore a confidare nel “caso”. Naturalmente, a diversa soluzione si deve giungere nel caso in cui all’abilità ed alla destrezza di chi esegue il giuoco si aggiunga una fraudolenta attività del medesimo”.

È quanto ribadito dalla Suprema Corte di Cassazione Sezione Seconda Penale che – con la sentenza pubblicata in data 27.11.2019 (Presidente: CERVADORO Relatore: TUTINELLI ~Data Udienza: 17/07/2019) – ha annullato la sentenza della Corte d’Appello con la quale i ricorrenti erano stati condannati per il delitto truffa in concorso.

Più precisamente, ad avviso della Cassazione la ricostruzione della Corte di appello non permette di identificare la presenza di tale ulteriore fraudolenta attività posto che risulterebbe essere stata la parte offesa a determinarsi a giocare.
[…] continua a leggere >

Paolo Romani
Fonte: www.ilquotidianodellapa.it
Link: http://www.ilquotidianodellapa.it/_contents/news/2019/dicembre/1575289016646.html

.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi