Immediata esecutività delle sentenze

Immediata esecutività delle sentenze: in Gazzetta le regole per la garanzia

 

Immediata esecutività delle sentenze: in Gazzetta le regole per la garanzia

Può essere prestata sotto forma di cauzione in titoli di Stato o garantiti dallo Stato, di fideiussione concessa da una banca o da un’impresa commerciale oppure di polizza assicurativa

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di ieri il decreto Mef 22/2017, che definisce gli aspetti operativi legati alla modifica apportata – dal Dlgs 156/2015 – all’articolo 69 del Dlgs 546/1992, con la quale è stato introdotto il principio di immediata esecutività delle sentenze di condanna al pagamento di somme in favore del contribuente, con possibilità, in caso di inerzia, di avviare il giudizio di ottemperanza. Tuttavia, per gli importi superiori a 10mila euro (diversi dalle spese di lite), il giudice può subordinare l’erogazione delle somme alla prestazione di idonea garanzia, il cui costo è anticipato dal contribuente e grava sulla parte soccombente all’esito definitivo del giudizio.
Il Dm attuativo, dunque, disciplina il contenuto della garanzia, la sua durata e il termine entro il quale la stessa può essere escussa quando l’inerzia del contribuente in riferimento alla restituzione delle somme garantite si è protratta per un periodo di tre mesi. […] continua >>

(Fonte: www.fiscooggi.it – Clementina Capone – pubblicato Martedì 14 Marzo 2017)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi