Notifica di atti tributari agli eredi

Notifica di atti tributari agli eredi: gli orientamenti della Cassazione. I successori hanno l’onere di comunicare all’ufficio finanziario competente in ragione del domicilio fiscale del de cuius le proprie generalità e il proprio domicilio fiscale … il giudice di legittimità (…) ha chiarito che l’atto concernente obbligazioni tributarie facenti capo al defunto va notificato agli eredi, in via alternativa: …


 

 

 

 

Notifica di atti tributari agli eredi:
gli orientamenti della Cassazione

Massimo Cancedda

I successori hanno l’onere di comunicare all’ufficio finanziario competente in ragione del domicilio fiscale del de cuius le proprie generalità e il proprio domicilio fiscale
Non è infrequente che le commissioni tributarie siano investite della cognizione di ricorsi promossi da soggetti che, in quanto eredi di contribuenti defunti, sono destinatari di atti di accertamento o riscossione, con i quali viene loro richiesto il pagamento di obbligazioni tributarie il cui presupposto è sorto in capo al defunto.
La regola fissata al riguardo dall’articolo 65, primo comma, del Dpr 600/1973, è quella secondo cui gli eredi “rispondono in solido delle obbligazioni tributarie il cui presupposto si è verificato anteriormente alla morte del dante causa”. […] continua a leggere alla fonte >>
– pubblicato Mercoledì 12 Agosto 2015

  •  Fonte: www.fiscooggi.it

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi