Patrocinio a spese dello Stato e istanza di distrazione delle spese

Tribunale di Paola, decreto 8 febbraio 2018 – – – Compatibilità del sistema del patrocinio a spese dello Stato con l’istituto della distrazione delle spese ex art. 93 c.p.c. – difensore di parte attrice nell’atto introduttivo si dichiara anticipatario e chiede distrazione delle spese – revoca del beneficio per insussistenza dei presupposti per il gratuito patrocinio

giustizia-www-iussit-com

Gratuito patrocinio

Tribunale di Paola, Sez. Civ.,  Dott. Franco Caroleo, decreto 8 febbraio 2018

Compatibilità del sistema del patrocinio a spese dello Stato con l’istituto della distrazione delle spese ex art. 93 c.p.c. – difensore di parte attrice nell’atto introduttivo si dichiara anticipatario e chiede distrazione delle spese – revoca del beneficio per insussistenza dei presupposti per il gratuito patrocinio

.

Il Tribunale di Paola, nella fattispecie esaminata, (facendo riferimento  a quanto già affermato da risalenti pronunce della Cassazione negli anni ’80, poi ripreso da Cass. Pen. 9178/2009 e TAR Reggio Calabria n. 573/2012)  ritiene sussistente l’incompatibilità tra i due istituti, con la conseguenza che, avendo la parte (cui tra l’altro il comportamento del difensore è direttamente riferibile per effetto della procura conferita) già trovato nel difensore antistatario il soggetto che anticipa le spese, deve revocarsi l’ammissione al patrocinio a spese dello Stato per insussistenza dei presupposti per il beneficio.

Il Tribunale nell’orientamento proposto ha preso in esame anche le recenti Cass. S.U. n. 1009/2014 e Cass. n. 17461/2014, facendo rilevare che in nessuna di queste due sentenze si affronta realmente il tema controverso (sebbene alcuni commentatori abbiano fatto spesso riferimento a questi due arresti per svolgere argomentazioni sul punto).

Testo:
Tribunale di Paola. Gratuito patrocinio decreto 8 febbraio 2018

.