Patrocinio a spese dello Stato e questione distrazione delle spese

Corte di Cassazione, Sez. VI, Civ., sentenza depositata il 6 marzo 2018 – – – Gratuito patrocinio – Patrocinio a spese dello Stato – Richiesta di distrazione delle spese ex art. 93 c.p.c. – Rinuncia implicita al patrocinio a spese dello Stato

giustizia-www-iussit-com

GRATUITO PATROCINIO
PATROCINIO A SPESE DELLO STATO

Corte di Cassazione, Sez. VI, Civ.,
sentenza n. 5232 del 6 marzo 2018

Patrocinio a spese dello Stato – Richiesta di distrazione delle spese ex art. 93 c.p.c. – Rinuncia implicita al patrocinio a spese dello Stato.

Con una recente sentenza (n. 5232/2018) la Corte di Cassazione prende finalmente posizione sull’annosa questione relativa alla compatibilità del sistema del patrocinio a spese dello Stato con l’istituto della distrazione delle spese ex art. 93 c.p.c.
La Suprema Corte, con la sentenza citata, dà piena conferma del giusto orientamento portato avanti dal Tribunale di Paola (consacrato nel provvedimento del 8.2.2018, già pubblicato su www.iussit.com), specificando che la richiesta di distrazione costituisce una rinuncia implicita al patrocinio a spese dello stato.

Sintetizzando gli aspetti più rilevanti emersi dalla decisione (cit.), si può dire che:

Il sistema del patrocinio a spese dello stato, escludendo ogni rapporto fra il difensore della parte non abbiente assistita e la parte soccombente non assistita, è incompatibile con l’istituto della distrazione delle spese, il quale eccezionalmente istituisce un rapporto obbligatorio tra il difensore della parte vittoriosa e la parte soccombente con la conseguenza che il relativo credito sorge direttamente a favore del primo nei confronti della seconda. Pertanto l’eventuale richiesta di distrazione, essendo diretta a far valere una situazione nella quale la parte ha già trovato chi anticipa per lei le spese e non pretende l’onorario (avvocato distrattario), costituisce una rinuncia implicita al patrocinio a spese dello stato e preclude la possibilità di fruire di tale assistenza, senza che sia rilevante l’anteriorità o meno del decreto sull’ammissione a siffatto patrocinio.

.

Leggi anche:
Patrocinio a spese dello Stato e istanza di distrazione delle spese
Tribunale di Paola, decreto 8 febbraio 2018 – – – Compatibilità del sistema del patrocinio a spese dello Stato con l’istituto della distrazione delle spese ex art. 93 c.p.c. – difensore di parte attrice nell’atto introduttivo si dichiara anticipatario e chiede distrazione delle spese – revoca del beneficio per insussistenza dei presupposti per il gratuito patrocinio

  • Riproduzione consentita previa indicazione fonte  e  link alla pagina

.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi