PCT. Atto depositato in via cartacea, è inesistente

Tribunale di Vasto, 15 aprile 2016 – – PCT.  È inesistente e dunque non sanabile l’atto depositato in via cartacea


giustizia-www-iussit-com

È INESISTENTE E DUNQUE NON SANABILE L’ATTO DEPOSITATO IN VIA CARTACEA
(fonte:  IL CASO.it  – Pubblicato il 09/05/16)

Tribunale di Vasto, 15 aprile 2016. Pres. Giangiacomo. Rel Pasquale.
Segnalazione del Prof. Massimo Fabiani

Processo civile – Reclamo in sede cautelare – Prosecuzione del giudizio di primo grado – Deposito telematico – Necessità

Poiché il ricorso per reclamo non introduce un nuovo e diverso giudizio, ma rappresenta la prosecuzione del medesimo procedimento cautelare, iniziato con il deposito del ricorso nella precedente fase e di cui costituisce – a sua volta – una fase meramente eventuale, si deve ritenere che per l’atto di reclamo non esista altra forma di deposito se non quella da effettuarsi con modalità telematiche […]  continua a leggere

 

* * *   * * *   * * *   * * *   * * *   * * *   * * *   * * *   * * *   * * *

  • Argomenti correlati   “ATTO ENDOPROCESSUALE” : 

1) IL CASO.it  – PCT – la comparsa di riassunzione: atto introduttivo o atto endoprocessuale al fine delle modalità di deposito – Francesco Pedroni e Riccardo Bertani – 13/4/2016

SOMMARIO: 1. L’obbligatorietà del deposito con modalità telematiche. – 2. La natura degli atti di riassunzione e le recenti pronunce in tema di riassunzione nell’ambito del processo civile telematico. – 3. Il caso particolare della comparsa di riassunzione ex art. 50 c.p.c. – 4. Il provvedimento del Tribunale di Milano del 30 marzo 2016.

  1. Ai sensi dell’articolo 16-bis, comma 1, D.L. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito in legge, con modifiche, dalla L. 17.12.2012, n. 221, a partire dal 30 giugno 2014, “nei procedimenti civili, contenziosi o di volontaria giurisdizione, innanzi al tribunale, il deposito degli atti processuali e dei documenti da parte dei difensori delle parti precedentemente costituite ha luogo esclusivamente con modalità telematiche”.

Alla luce di tale dettato normativo e al fine di non incorrere in un’eventuale pronuncia di inammissibilità del deposito effettuato in “cartaceo” […] continua a leggere

 

2) E-BOOK PCT  –  Ordine degli Avvocati di Ancona – 16 Aprile 2015

Tratto da  E-BOOK:
(…) Per comodità (e solo per comodità) si parla di atti endoprocessuali (da depositarsi obbligatoriamente in forma telematica) per riferirsi agli atti posti in essere dopo la costituzione della parte: a. la comparsa di costituzione e risposta è un atto introduttivo;

  1. l’atto di intervento del terzo è un atto introduttivo;
  2. la comparsa in riassunzione del difensore della parte già costituita è atto endoprocessuale;
  3. la comparsa di costituzione degli eredi (come pure del curatore fallimentare) parrebbe essere un atto introduttivo;
  4. tutte le memorie e le istanze dopo la costituzione sono atti endoprocessuali;
  5. la memoria di costituzione del nuovo difensore è (secondo una opinione largamente condivisa) un atto endoprocessuale, perché la parte è già costituita con il vecchio difensore;
  6. il reclamo ex art. 669-terdecies è stato considerato dalla giurisprudenza tanto atto endoprocessuale, quanto atto introduttivo;
  7. il cautelare in corso di causa è un atto endoprocessuale (sappi che il tuo avversario potrà vedere che lo hai depositato, anche se la problematica è stata segnalata all’ufficio tecnico del PCT).
    (…)

Per leggere  testo integrale  E-BOOK PCT:
 http://www.ordineavvocatiancona.it/Portals/0/Notizie/E-BOOK%20PCT.pdf

.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi