Procura, avvocato diverso da chi autentica firma mandato

Cassazione, Sez. I Civile, ordinanza del 21 gennaio 2016 — Procura ad litem – atto firmato da avvocato indicato nell’epigrafe, diverso da quello a cui era stato conferito mandato nella procura – mancanza di valida procura ? Richiesto intervento delle Sezioni Unite


 

giustizia-www-iussit-com

PROCURA AD LITEM – MANDATO
Cassazione, Sez. I Civile, ordinanza interlocutoria n.1081 del 21 gennaio 2016

Procura ad litem – atto firmato da avvocato indicato nell’epigrafe, diverso da quello a cui era stato conferito mandato nella procura – mancanza di valida procura ? Richiesto intervento delle Sezioni Unite

 

La Corte di Cassazione, Sez. I Civile, ritenendo sussistente un contrasto di giurisprudenza ha rimesso la causa al Primo Presidente, per l’eventuale assegnazione del giudizio alle Sezioni Unite, tra l’altro, così motivando: “A fronte del conferimento della procura ad un difensore, ma con autenticazione della firma della parte ad opera di altro difensore, il quale sia anche indicato nell’epigrafe dell’atto e che lo abbia sottoscritto, si rinviene una pronuncia che fa salva la procura stessa (Cass. 4 agosto 2005, n. 16372), argomentando sulla base del principio secondo cui il rilascio della procura non richiede forme solenni ed espresse in termini tassativi, essendo sufficiente che sia deducibile la volontà di conferire al difensore i relativi poteri e facoltà, e potendosi qualificare il conferimento della procura a diverso difensore nominatim in essa indicato alla stregua di un mero errore materiale.
Si verifica, tuttavia, che altre decisioni (Cass. 20 gennaio 2011, n. 1235; 1° dicembre 1988, n. 6509) abbiano, all’opposto, ritenuto che il ricorso per cassazione, sottoscritto da un avvocato diverso da quello cui, nella procura a margine del ricorso stesso, era stato conferito il mandato a proporlo in quanto in essa nominalmente identificato, sia inammissibile, per la mancanza della necessaria procura in favore del sottoscrittore, non potendo il conferimento di essa desumersi dalla circostanza che il legale, che ha sottoscritto il ricorso, abbia autenticato la firma della parte in calce alla procura espressamente conferita ad altro professionista.”

 

.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi