Separazione: obblighi assistenza familiare, accordo transattivo

Corte di Cassazione, sentenza del 7 febbraio 2020 – – – Separazione – Scioglimento del matrimonio – Violazione obblighi di assistenza familiare in caso di separazione o di scioglimento del matrimonio – reato ex art. 570 bis c.p. – non configurabilità in caso di accordo transattivo

giustizia-www-iussit-com

Separazione – Scioglimento del matrimonio

Obblighi assistenza familiare – Accordo transattivo

Non sussiste il reato di omesso versamento di cui all’art. 570 bis c.p. a carico del reo che rispetti gli impegni assunti con l’ex coniuge per mezzo di un accordo transattivo, non omologato dall’autorità giudiziaria, modificativo delle precedenti statuizioni.

Corte di Cassazione, sentenza n. 5236 del 7 febbraio 2020

 

A stabilirlo è la Suprema Corte di Cassazione con la sentenza 5236 del 7 febbraio 2020, che accoglieva il ricorso del coniuge condannato, con il quale lamentava l’erronea decisione adottata dalla Corte di Appello de l’Aquila nella parte in cui riteneva irrilevante che gli ex coniugi avessero raggiunto una intesa per ridurre l’importo dell’assegno di mantenimento fissato dall’autorità giudiziaria, in quanto l’accordo non era stato recepito in alcun provvedimento giudiziale. Gli ermellini, invece, aderendo all’orientamento espresso anche dalla Cassazione civile, per la quale l’accordo transattivo relativo alle attribuzioni patrimoniali, concluso tra le parti ai margini di un giudizio di separazione o di divorzio, ha natura negoziale e produce effetti senza necessità di essere sottoposto al giudice per l’omologazione, ha nel caso di specie affermato il seguente principio di diritto: “ non è configurabile il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare in caso di separazione o di scioglimento del matrimonio di cui all’art. 570-bis cod, pen., qualora l’agente si sia attenuto agli impegni assunti con l’ex coniuge per mezzo di un accordo transattivo, non omologato dall’autorità giudiziaria, modificativo delle statuizioni sui rapporti patrimoniali contenute in un precedente provvedimento giudiziario”.

.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi