Separazione, spese straordinarie sostenute nell’interesse dei figli

Giudice di Pace di Casoria, sentenza del 15 giugno 2020 – – – Separazione, spese straordinarie sostenute nell’interesse dei figli

giustizia-www-iussit-com

 

 

 

Separazione

Spese straordinarie per il mantenimento dei figli – decreto ingiuntivo – condanna del padre al pagamento delle spese straordinarie sostenute dalla madre collocataria nell’interesse della figlia – opposizione a d.i. – mancata concertazione – accoglimento – revoca decreto ingiuntivo.

Giudice di Pace di Casoria, dott. Raffaele Musella, sentenza del 15 giugno 2020

***

Il GdP di Casoria, con argomentazioni attente, rappresentato, tra l’altro, che il coniuge (non collocatario) con decreto ingiuntivo veniva “condannato al pagamento delle spese straordinarie sostenute dalla madre collocataria nell’interesse della figlia”; che il padre proponeva opposizione “eccependo la loro mancata concertazione contrariamente a quanto previsto” dall’accordo di cui alla sentenza di separazione del 2015 emessa dal Tribunale di Napoli, accoglieva l’opposizione con revoca del decreto ingiuntivo.
All’uopo evidenziava: “L’opposta ha sostenuto nell’interesse della figlia spese per l’acquisto di occhiali e per cure dermatologiche ed ortodontiche non urgenti, che pur essendo sfornite di certificazioni mediche che le giustificano –in atti risultano depositate solo le fatture– … il genitore non collocatario avrebbe avuto il diritto di conoscere le patologie che necessitavano della prestazione, di influire sulla scelta del medico, dell’ottico, o della struttura sanitaria cui rivolgersi, di esprimere il suo parere tra le varie eventuali alternative terapeutiche suggerite, o, ancora, di incidere sui tempi chiedendo, ad esempio, un ragionevole differimento in presenza di una momentanea e obiettiva situazione di difficoltà economica; invece egli è stato in un primo momento escluso dalla conoscenza dei fatti e poi esautorato da ogni funzione decisionale , a dispetto di quanto sancito in generale dall’art. 337 ter c.c. e nel caso specifico dalla sentenza di separazione. Ciò comporta la perdita del diritto al rimborso.”
Sul punto va rammentato che la concertazione, prevista dall’art. 337 ter c.c., ha finalità di coinvolgere le figure genitoriali nella vita dei figli su questioni di –“maggiore interesse relative all’istruzione, all’educazione, alla salute “ – essa quale espressione del principio della bigenitorialità, rappresenta la regola nella gestione della prole, con salvezza delle decisioni e delle spese destinate a soddisfarne le ordinarie esigenze di vita quotidiana, che spettano al genitore presso il quale essi si trovano; sulle questioni do maggiore importanza la decisione unilaterale può giustificarsi solo in via eccezionale nei casi di urgenza e di indifferibilità…”

.

Leggi testo della sentenza
Separazione. Spese straordinarie sostenute nell’interesse dei figli

.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi