Stranieri. Figli minori, gravi motivi, autorizzazione permesso

CORTE DI ASSAZIONE, SEZ. I CIV.,  sentenza del 03 febbraio 2011. Stranieri – permesso di soggiorno –  figli minori – art.31, comma 3, d.lgs.286/98 – “gravi motivi” legittimanti l’autorizzazione a permanere in Italia

giustizia-www-iussit-comImmigrazione – Minori

 
Stranieri
 
PERMESSO DI SOGGIORNO – FIGLI MINORI – “GRAVI MOTIVI”
 
Figli minori – art.31, comma 3, d.lgs.286/98 – “gravi motivi” legittimanti l’autorizzazione a permanere in Italia – necessaria esistenza di situazioni di emergenza ed eccezionali strettamente collegate alla  salute del minore – esclusione – qualsiasi danno effettivo, concreto, percepibile e grave (in considerazione dell’età o del complessivo equilibrio psico-fisico) è altamente probabile che derivi al minore dall’allontanamento del familiare o dal suo definitivo sradicamento dall’ambiente in cui è cresciuto – rilevanza – doveri del Giudice minorile: indagine individuale e bilanciamento di interessi pubblici – sussiste.
 
[Corte di Cassazione, Sezione Prima Civile,
sentenza n.2647 del 03 febbraio 2011,]
 
(massima a cura dell’ Avv. Luigi Migliaccio )
————
 
La temporanea autorizzazione alla permanenza in Italia del familiare del minore, prevista dal D.Lgs. n. 286 del 1998, art. 31 in presenza di gravi motivi connessi al suo sviluppo psico – fisico, non postula necessariamente l’esistenza di situazioni di emergenza o di circostanze contingenti ed eccezionali strettamente collegate alla sua salute, potendo comprendere qualsiasi danno effettivo, concreto, percepibile ed obbiettivamente grave che in considerazione dell’età o delle condizioni di salute ricollegabili al complessivo equilibrio psico – fisico deriva o deriverà certamente al minore dall’allontanamento del familiare o dal suo definitivo sradicamento dall’ambiente in cui è cresciuto. Trattasi di situazioni di per sé non di lunga o indeterminabile durata, e non aventi tendenziale stabilità che pur non prestandosi ad essere preventivamente catalogate e standardizzate, si concretano in eventi traumatici e non prevedibili nella vita del fanciullo che necessariamente trascendono il normale e comprensibile disagio del rimpatrio suo o del suo familiare
 
[ Leggi SENTENZA >>> ]
 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi